Carte prepagate per accredito stipendio

Pubblicato da Redazione il

Se stai cercando delle carte prepagate per l’accredito dello stipendio avrai bisogno esclusivamente di una carta prepagata con iban che sia quindi in grado di ricevere bonifici come un normale conto corrente.

Il motivo è che dal 2018 è stata introdotta un legge prevede l’obbligo di farsi accreditare lo stipendio solo con mezzi di pagamento tracciabili, quindi tramite assegno o bonifico.

Inoltre dovrai fare attenzione ai limiti di ricarica annuale della carta.

Esistono infatti prepagate che ti permettono di depositare diverse migliaia di euro mentre con altre puoi farti accreditare importi davvero ridotti, come la Hype che prevede un limite di 15.000 euro all’anno.

Bisogna poi valutare anche il grado di libertà di spesa e prelievo concessi dalla carta perché, facendoti accreditare lo stipendio dovrai gestire importi di una certa consistenza.

Nel prossimo paragrafo scoprirai quali sono le migliori carte per accredito dello stipendio.

Le migliori carte prepagate per farsi accreditare lo stipendio

Ecco a te le due migliori prepagate per farti accreditare lo stipendio.

Sono perfette perché ti permettono di ricevere i bonifici, come un normale conto corrente, ed hanno limiti di ricarica annuale molto illimitati.


CARTA HYPE NEXT


Hype Next

Carta contoRicarica: ILLIMITATA
Circuito: MastercardLimite di prelievo: 5.000€ al giorno
Canone: 2,90€ al meseAccredito stipendio
Iban: SIRegistrazione gratis
Attivazione gratuita

CARTA HYPE PREMIUM


Hype Premium

carta hype premium
Carta contoRicarica: ILLIMITATA
Circuito: MastercardLimite di prelievo: 1.000€ al giorno
Canone: 9,90€ al meseAccredito stipendio
Iban: SIRegistrazione gratis
Attivazione gratuita

A chi deve essere intestata la carta?

Ricorda che per poter accreditare lo stipendio su una prepagata questa deve essere intestata alla persona che ha bisogno di ricevere lo stipendio.

In caso contrario il bonifico non andrà a buon fine perché contraria alla normativa antiriciclaggio del 2018.

Conviene incassare lo stipendio su una prepagata?

Assodato che per incassare lo stipendio è necessario utilizzare l’assegno oppure un bonifico la scelta, riguardo quest’ultima modalità, può oscillare tra conto corrente e carta prepagata con iban.

Ma quale conviene di più?

Il conto corrente prevede spese non indifferenti come limposta di bollo annuale, che ammonta a 34,20€ per giacenze superiori a 5000 euro e costi mensili o trimestrali di tenuta conto.

I costi delle prepagate da valutare sono essenzialmente il canone mensile, che di solito non supera mai i 9 euro per le carte che non prevedono essenzialmente limiti (come la Hype Premium), e le commissioni di ricarica.

Inoltre, dal punto di vista della sicurezza, i fondi che depositi sui conti correnti sono garantita dal Fondo Interbancario e ciò non accade con le prepagate.

Quindi valuta bene se accreditare o meno lo stipendio su una prepagata o su un conto corrente, prendendo in considerazione costi e rischi di ciascuno strumento.

Categorie: Guide

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *